Seleziona una pagina

Laurea Scienza e Tecnica dello sport (LM-68)

corso laurea economia

Il percorso di Laurea Magistrale in Scienza e Tecnica dello Sport, ha lo scopo di offrire una formazione accademica e professionale di tutte le attività sportive.

Il percorso didattico della durata di due anni. fornisce approfondite conoscenze bio-mediche, psicologiche, pedagogiche, socio-giuridiche, e conoscenze specifiche delle teorie, tecniche e metodologie delle principali discipline sportive;

Il corso online 

Unicusano eroga il corso LM-68 prevalentemente online attraverso la piattaforma e-learning in grado di offrire tutti gli strumenti necessari allo studente per il conseguimento degli obiettivi formativi. 

La piattaforma è attiva h 24 7 su 7, e al suo interno lo studente può trovare : lezioni live e registrate, dispense, esercitazioni, chat con studenti e tutor che garantiscono supporto durante tutta la durata del corso.

Lo studente può finalizzare gli esami previsti dal corso di Laurea recandosi presso la sede più vicina.

Il corso online permette a tutti gli studenti lontani dagli atenei, o impossibilitati per motivi personali, a poter raggiungere la formazione desiderata.

Requisiti per l’accesso 

L’ammissione al corso di Laurea in Scienza e Tecnica dello Sport LM-68, è subordinata al possesso di specifici requisiti curriculari, uno dei quali è la Laurea nelle Classi: L22 ex DM 270/04; L33 ex DM 509/99 e Diploma ISEF, anche conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

In caso di possesso di classi diverse di laurea, sarà necessario, al momento della selezione di essere in possesso di requisiti curriculari specifici, quantificati in 55 CFU così ripartiti:

Ambito Motorio-Sportivo 30 CFU:SSD M-EDF/01 -15 CFUSSD M -EDF/02 – 15 CFU

Ambito Bio-medico 15 CFU:SSD BIO/16 Anatomia Umana 5 CFUSSD BIO/10 Biochimica 5 CFUSSD BIO/09 Fisiologia – 5 CFU

Ambito Psicologico Pedagogico 10 CFU:SSD M-PED/01 Pedagogia generale – 5 CFUSSD M-PSI/01 Psicologia generale 5 CFU

Sbocchi professionali 

Il Laureato Magistrale in LM-68 può intraprendere la carriera di:

Docente di Scienze Motorie e Sportive nella scuola pubblica e in quella privata.

Dirigente e coordinatore di servizi per l’attività motoria in aziende e società nel settore di interesse;

Direzione e management di palestre, centri fitness, società di consulenza nel campo delle attività motorie;

Osservatore sportivo; presso centri di studio, ricerca e sviluppo delle Federazioni Sportive Nazionali e di aziende di settore; presso centri di addestramento delle Forze Armate e dei Corpi Militari impegnati nella sicurezza e difesa dello stato; presso centri di addestramento dei dipartimenti del soccorso pubblico e della difesa civile.

Il corso magistrale in Scienze Motorie prepara alla professione di (codifiche ISTAT):

  • Istruttori di discipline sportive non agonistiche: addestrano ad esercitare, in modo non agonistico, con lezioni individuali o di gruppo, la pratica di discipline sportive; ne insegnano le tecniche; verificano l’adeguatezza delle condizioni fisiche dell’allievo; lo preparano fisicamente; lo allenano e organizzano attività sportive comuni.
  • Osservatori sportivi: seguono le performance e la crescita sportiva di atleti per individuare e selezionare talenti.
  • Allenatori e tecnici sportivi: preparano e allenano atleti e squadre di atleti alle competizioni; ne curano la motivazione e la preparazione fisica; definiscono strategie di gara; insegnano e innovano tecniche di gioco.

Prova finale 

La prova finale consiste nella verifica che consente di accertare:

  • le conoscenze acquisite dallo studente nell’ambito delle diverse unità di apprendimento;
  • le capacità di comprensione e rielaborazione dei saperi;
  • l’autonomia di giudizio e le capacità critiche e interpretative necessarie per formulare giudizi e riflessioni;
  • le abilità comunicative per esporre in modo chiaro, organico e scorrevole le proprie osservazioni;
  • la capacità di condurre una ricerca bibliografica, una revisione critica della letteratura scientifica negli ambiti disciplinari delle scienze motorie e discuterne i risultati;
  • la capacità di utilizzare i motori di ricerca specifici dello sport e dei settori biomedici e psico-pedagogici per le tematiche collegate;
  • la capacità di definire un progetto basato sull’osservazione, analisi e descrizione di un problema e di formulare un’ipotesi sperimentale definendo metodiche di rilevazione e interpretazione dei risultati.

Sei interessato a questo corso di laurea?

Informativa Privacy

13 + 4 =